I freni carboceramici : la nuova tecnologia

Quando scegliamo un’auto nuova la maggior parte di noi si sente spontaneamente più attratta dalle performance che il veicolo è in grado di garantire in termini di velocità e tenuta di strada rispetto ad altri temi come la tecnologia con la quale è realizzato l’impianto frenante e tutti i sistemi di sicurezza annessi. Andare veloce e consumare poco, insomma, rappresentano per molti alcuni tra i fattori determinanti nella scelta di un’auto, soprattutto quando si è particolarmente propensi ad una guida sportiva o si è intenzionati ad acquistare un veicolo che prometta bene sulle lunghe e veloci percorrenze (come nel caso di viaggi quotidiani in autostrada).

L’aspetto dei freni (trovate informazioni interessanti su http://www.acquistarefreni.it/) ricopre però un’importanza a dir poco fondamentale affinché al piacere di guida si accompagni la migliore sicurezza possibile per il conducente e tutti gli ospiti dell’abitacolo. Da questo punto di vista la strada fatta, è il caso di dirlo, è stata tanta. In principio le auto possedevano un sistema frenante a tamponi, poi trasformati in tamburi e successivamente convertiti in dischi. Una volta arrivati attraverso anni di progettazione a quest’ultima tipologia di freni, quello che è migliorato gradualmente è stato il materiale del quale essi erano composti: dalla ghisa fino al carbonio.

Tutta la strada fatta metaforicamente e concretamente da veicoli dotati di questi variegati sistemi frenanti è oggi nuovamente messa in discussione da progettazioni e ricerche ardite e sensazionali che hanno fornito nuovi elementi dando vita ai freni carboceramici. Il nome, nato dall’unione dei termini carbonio e ceramica, ci dà in qualche modo un’informazione generale sulla loro fattura ma ci dice ancora poco sul perché siano effettivamente migliori dei loro cugini precedenti.

Partiamo dal carbonio: a differenza di altri materiali, come ad esempio il tanto utilizzato acciaio, col carbonio è possibile ottenere una frenata migliore proprio al graduale aumento del riscaldamento dei freni. Questa tecnologia, importantissima in settori come la F1 dove è necessario creare impianti frenanti super performanti a velocità ragguardevoli, potrebbe però risultare, se utilizzata da sola, eccessiva per i nostri veicoli e le nostre velocità. Ecco allora che per creare dei freni di ultimissima generazione validi ed innovativi è arrivata in aiuto del carbonio la ceramica che, rispetto a ghisa ed acciaio, permette di ottenere un attrito delle ruote con la strada superiore del 25% oltre che attestarsi come il tipo di freno più longevo tra tutti quelli finora commercializzati con una vita media di circa 150mila chilometri oltre che un’usura pari a zero se a contatto col sale spesso usato per eliminare il ghiaccio dalle strade.

tecnologia

Immersive reality: quali sono i campi d’applicazione più comuni?

Negli ultimi tempi si sente sempre più spesso parlare di immersive reality. In effetti, ultimamente quella che viene definita come realtà immersiva ha fatto dei passi da gigante. Sono sempre di più le attività commerciali che ne fanno uso e che riescono a creare degli ambienti digitali e virtuali in grado di stupire i clienti.  […]

Read More
tecnologia

Come lanciare una startup

Lanciare una startup significa studiare una serie di step attraverso i quali l’idea diventa un vero e proprio progetto imprenditoriale. Per generare un business di successo bisogna partire dall’analisi di alcuni punti fondamentali. Innanzitutto occorre prendere in considerazione il Team, il tempo il MPV, Minimun Viable Product. Inutile sottolineare quanto sia importante lavorare con persone […]

Read More
tecnologia

Gioco e tecnologia: cambiamenti e rivoluzioni

I cambiamenti dovuti allo sviluppo tecnologico sono in costante aumento, soprattutto per alcuni settori in particolare, per i quali, sono visibili notevoli evoluzioni e rivoluzioni. Il settore del gioco, ad esempio, è stato maggiormente influenzato da tutti i cambiamenti tecnologici, che hanno sicuramente offerto tantissimi vantaggi ai giocatori rispetto al passato. Il settore del gioco […]

Read More