Cosa sono e come si dividono le Schede SD?

Scegliere una Scheda SD è un’operazione relativamente facile se si hanno ben chiare le proprie esigenze e si sa già per cosa dovranno essere utizzate. Andiamo però a conoscere ne dettaglio i vari tipi di prodotti che sono disponibili sul mercato, cosa cambia tra loro e quali possono essere reputati più adatti a determinati apparecchi.

Una prima divisione si può applicare nella dimensione fisica delle schede SD, di tre tipi: SD, mini SD e micro SD. Le prime vengono spesso utilizzate per immagazzinare le foto ed i video delle fotocamere, a volte sono utilizzati, in formati specifici, come lettori per le schede più piccole. Abbiamo poi le mini SD che comprendono tra loro le mini SDHC e SDIO, due tipologie diverse, per passare alle micro SD che vengono utilizzate per espandere la memoria su tutti i recenti smartphone.

La capacità delle schede SD, di tutti i tipi, varia molto: in genere si parte da una capacità minima per le SD che non superano i 2 GB per arrivare alle SDXC, la tipologia con la capacità maggiore che vanno dai 64 GB ai 2 TB addirittura. Effettivamente scegliere una scheda di memoria dalla capacità di 2 TB può servire solamente a professionisti di settori che hanno l’esigenza di dover memorizzare tutto lì e spostare velocemente tutto.

Un altro criterio importante secondo il quale devono essere classificate le schede SD in generale è la velocità di trasferimento: essa quantifica quanti dati vengono trasportati, in condizioni ottimali, dalla scheda al computer, ad esempio, e viceversa. Questo criterio viene indicato su ogni scheda tecnica attraverso una classe. Classe 2 significa che la velocità minima di scrittura sarà di 2Mb al secondo, poi, in ordine, abbiamo la Classe 4, 6 e 10. Abbiamo poi la classe UHS 1 e UHS 3 che indicano rispettivamente una velocità di scrittura di 10 e 3 MB. Per le SD 5.0, le più recenti e tecnologiche, si indicano come Video Speed Class: sono V6, V10, V30, V60 e V90. Ognuno indica la sua velocità corrispondente.

Oltre al criterio di scelta per marchio che però è molto personale e dipende da ognuno di noi, un altro criterio principale per la decisione riguardo una scheda SD è il dispositivo in cui essa verrà utilizzata: per gli smartphone la velocità di scrittura e la capacità di memoria dovranno essere relativamente elevate, mentre per le macchine fotografiche, soprattutto se si parla di apparecchi datati, la memoria può essere molto minore.

tecnologia

Immersive reality: quali sono i campi d’applicazione più comuni?

Negli ultimi tempi si sente sempre più spesso parlare di immersive reality. In effetti, ultimamente quella che viene definita come realtà immersiva ha fatto dei passi da gigante. Sono sempre di più le attività commerciali che ne fanno uso e che riescono a creare degli ambienti digitali e virtuali in grado di stupire i clienti.  […]

Read More
tecnologia

Come lanciare una startup

Lanciare una startup significa studiare una serie di step attraverso i quali l’idea diventa un vero e proprio progetto imprenditoriale. Per generare un business di successo bisogna partire dall’analisi di alcuni punti fondamentali. Innanzitutto occorre prendere in considerazione il Team, il tempo il MPV, Minimun Viable Product. Inutile sottolineare quanto sia importante lavorare con persone […]

Read More
tecnologia

Gioco e tecnologia: cambiamenti e rivoluzioni

I cambiamenti dovuti allo sviluppo tecnologico sono in costante aumento, soprattutto per alcuni settori in particolare, per i quali, sono visibili notevoli evoluzioni e rivoluzioni. Il settore del gioco, ad esempio, è stato maggiormente influenzato da tutti i cambiamenti tecnologici, che hanno sicuramente offerto tantissimi vantaggi ai giocatori rispetto al passato. Il settore del gioco […]

Read More