Posizionamento sui motori di ricerca in Friuli: il giusto ordine di idee

Nell’ultimo anno le imprese del Friuli Venezia Giulia stanno sempre di più dimostrando interesse per quanto riguarda il servizio di posizionamento su Google. Vuoi per la crisi economica, vuoi per la necessità di acquisire visibilità presso mercati internazionali, i motivi dell’interesso verso la SEO sono molteplici.

Ma qual è l’ordine di idee nel quale gli imprenditori del Friuli Venezia Giulia, devono entrare qualora vogliano risvolgersi ad un esperto di posizionamento sui motori di ricerca in Friuli?

Prima di tutto è fondamentale mettersi nei panni del cliente tipo per individuare le keyword sulle quali improntare l’attività di posizionamento. Cosa cerca l’utente medio in rete, rispetto al business considerato? In questo frangente meglio parlare “semplice”, evitando inutili tecnicismi dettati dalla deformazione professionale. Ma soprattutto il cliente tipo qual è? E’ un azienda? E’ un privato o magari una pubblica amministrazione? Da questo dipende molto il tipo di comunicazione da mettere in atto.

Secondariamente prendiamo in considerazione lo stato attuale del sito da posizionare, sempre che non risulti necessario acquistare magari un nuovo dominio destinato ad hoc all’attività seo. Se vogliamo posizionare il sito web aziendale, gli aspetti tecnici da valutare sono numerosi. Partiamo dalle performace del server su cui risiede il sito. Nel caso in cui esso determini termini di tempi di caricamento troppo lenti, è pensabile cambiare hosting.

Secondariamente è bene avere un sito ed un server su cui sia possibile lavorare agilmente su riscrittura url e sul file .htaccess. In generale sono da premiare tutti quei siti dotati di CMS che danno al seo l’opportunità di effettuare autonomamente gli interventi di SEO Onpage, senza la necessità di doversi confrontare con chi ha sviluppato le pagine web. Sempre in relazione alle caratteristiche del sito internet, da aprile 2015 è diventato pressoché obbligatorio dotarsi di una grafica responsive, al fine di non ritrovarsi una seccante penalizzazione da parte di Google.

Infine le aziende devono comprendere l’importanza dei contenuti. E’ impensabile che un sito web raggiunga un buon ranking nelle pagine di Google senza essere dotato di un interessante numero di contenuti di qualità. Per contenuti di qualità si intende testi approfonditi e non banali, aggiornati e pubblicati di frequente e pensati per fornire un valore aggiunto al lettore, oltre che ad essere ottimizzati per i motori di ricerca.  Le aziende pertanto in collaborazione con il seo o con copywriter professionista dovranno predisporre un ragionato piano editoriale per rifornire costantemente il sito di nuova linfa vitale.